Mobbing sul lavoro: liberatene!

Un po’ di tempo fa è stata pubblicata la mia intervista, fatta dal formatore David Buonaventura e pubblicata sui social, dove si parlava di mobbing sul lavoro e ho raccontato della mia personale e atroce esperienza che ho dovuto subire anni fa e la causa legale da incubo che ne è conseguita. Molte persone mi hanno ringraziato per aver sollevato questo problema e molti hanno ammesso di aver subito mobbing e di non averne mai parlato con nessuno.

Ritengo, però, che bisogna assolutamente parlare il più possibile di questi eventi inaccettabili e non far cadere tutto nel silenzio! Purtroppo è questa la forza di molte aziende mobber: il silenzio.

Io dico sempre che dalla difficoltà possono nascere delle opportunità e così è stato anche per me, scoprendo, negli anni successivi, il coaching e la formazione, oltre a tanti altri interessi che non pensavo di avere.

Quindi a distanza di anni ho deciso di fare questo workshop gratuito, in collaborazione con l’Avv. Roberta Messina esperta in diritto del lavoro, per poter aiutare più persone possibili ad uscirne. Perché è soprattutto questo che vorrebbero le persone che subiscono mobbing: ricominciare e ricrearsi una vita professionale più felice.

Il workshop si terrà il 6 giugno a Milano in Via Costa, 4 dalle ore 19:00 alle 20.30 circa.

Per chi fosse interessato può iscriversi su Eventbrite direttamente a questo link, oppure mi contatti pure in privato per info e curiosità.

http://www.facebook.com/events/428366191315068/

E’ davvero possibile trovare il lavoro ideale?

C’è una famosa frase di Confucio che recita: “scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua” E’ una frase che mi piace molto e si adatta molto bene al mio modo di pensare.

Mi è capitato di recente, mentre avevo pubblicato un post nella mia pagina FB che trattava, appunto, l’importanza di trovare un lavoro che si ama per essere felici (indipendentemente che sia un lavoro in proprio o come dipendente per un’azienda) di rispondere ad un commento di un mio contatto che, giustamente, ribadiva che era già tanto al giorno d’oggi trovare un lavoro! Questo è vero, però è importante comprendere un importante fatto: fissarsi a cercare un ‘qualsiasi’ lavoro, anche se dietro ci sono le motivazioni più giuste, nobili e disparate, potrebbe portare solo a grandi delusioni e porte chiuse in faccia perché questa è, in realtà, la strada più difficile da intraprendere. Soprattutto nel triste mondo del lavoro che oggi abbiamo in Italia (già molto penalizzato a causa delle varie discriminazioni per età, sesso, ecc.).

Questo perché le aziende vogliono sempre più persone specializzate e formate in una determinata mansione e di conseguenza vengono puntualmente scartate le candidature di persone che nel curriculum danno l’impressione che sanno fare un po’ di tutto e che a loro ‘un lavoro vale l’altro’. Questa è purtroppo la dura realtà… E comunque, anche se si avrà la fortuna di riuscire, alla fine, a trovare un qualunque lavoro e farselo andare bene a vita o quasi, nonostante non ci piaccia e non sia nelle ‘nostre corde’ , può essere davvero pesante e deprimente a lungo andare.

Oggi paga la capacità di sapersi vendere per ciò che si sa fare davvero bene e di conseguenza bisogna essere molto focalizzati e centrati sulle proprie competenze, capacità, talenti e soprattutto su ciò che ci piace davvero fare. Questo serve per dare sempre valore aggiunto al nostro lavoro e far comprendere i benefici che ne possono derivare.

Non è sempre un percorso facile, questo l’ho potuto anche constatare io stessa in passato, però rimanere concentrati e focalizzati sui nostri obiettivi può aiutarci sicuramente a trovare un lavoro più vicino alle nostre attitudini.

Un percorso di Career Coaching e orientamento può sicuramente aiutare, anche tramite il bilancio delle proprie competenze, capacità e talenti a fare una ricerca di lavoro mirata sia se si vuole lavorare come dipendente oppure di progettare la propria attività in libera professione.

E tu cosa ne pensi del fatto di trovare un lavoro che si ama? Lo credi possibile? Aspetto i tuoi commenti!