Quel senso di insoddisfazione e insofferenza…

L'immagine può contenere: 1 persona

Quel senso di insoddisfazione e insofferenza quando si va al lavoro alla mattina (soprattutto il lunedì!)…

Alzi la mano chi l’ha provato almeno una volta.

Possono essere tante le motivazioni, ma una delle principali è sicuramente che non si prova più entusiasmo per il lavoro attuale e c’è un forte desiderio di volerlo cambiare.
Questo perché, nell’attuale impiego. ci si sente demotivati, svalutati e non apprezzati dai datori di lavoro, non potendo sfruttare appieno le proprie potenzialità e talenti.
Oppure perché non si va d’accordo con i colleghi o, in atri casi ancora più gravi ed estremi, si sta subendo discriminazione o mobbing.
Questi sono tutti seri e validi motivi per decidere di cambiare lavoro, appena si può e se non ci sono altre alternative percorribili. Perché “resistere” e “subire”, come qualcuno alle volte suggerisce, rischia solo di rovinarci seriamente la vita.

Vi capita spesso di provare questa insoddisfazione e insofferenza al lavoro che vi guasta la mattinata o l’intera giornata?
Quale è il motivo principale?
Potete rispondermi anche via messaggio, se preferite.


#careercoaching  #lavoro  #mobbing

Se ti svalutano sul lavoro…

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Se ti svalutano sul lavoro è perché, in realtà, sei pieno/a di talenti!
Quando ci si sente non apprezzati e poco valorizzati sul posto di lavoro è molto facile demoralizzarsi, credere di non saper fare bene la propria mansione e di non meritare alcun riconoscimento…
Ma in alcune realtà, sono proprio le persone piene di talenti, creatività e iniziativa che vengono spesso “stoppate” e appiattite a mansioni sempre monotone, sentendosi, magari, anche criticate …Questo fa venire in mente il famoso detto di Albert Einstein che dice che ognuno è un genio ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.

Lo vedo, di frequente, nei miei coachee, scontenti e demotivati sul lavoro, proprio per il fatto che hanno tante potenzialità che non riescono ad esprimere al meglio, in un impiego che vorrebbero solo cambiare.

Una mia cliente, ad esempio, nel percorso di Career Coaching, ha scoperto che quelli che lei credeva essere dei suoi “difetti” erano, in realtà, dei grandi punti di forza, da sfruttare per poter ripartire alla grande con la sua carriera lavorativa.

Ti è successo di non sentirti apprezzato/a sul lavoro?
Attendo i vostri commenti (anche via messaggio se volete)

#coaching #lavoro #carriera